Siamo un gruppo eterogeneo di persone provenienti da varie parti d’Italia accomunate dalla passione per la lettura che pensiamo possa accrescere il senso di solidarietà e d’impegno civile.

Chi siamo?

Il risveglio dell’immaginazione, della fantasia, della speranza, dell’impegno, della voglia di inventare e reinventarsi.Ci sono tante cose che si possono esprimere attraverso le letture ad alta voce e noi lo vogliamo fare. Con forza, con leggerezza, con modestia ma anche con coraggio. Le parole, a volte, possono cambiare il mondo e noi cerchiamo di cambiarlo in meglio.
L’associazione dei Lettori Portatili nasce a Orvieto con lo scopo di dare voce alle nostre idee, alle nostre emozioni, ai mille volti della nostra storia.

Orvieto è città d’arte, è città slow, è città di vino ed ora anche città che si ascolta. In uno spirito di continuità artistico-culturale che ha da sempre contraddistinto questa città.

Siamo un gruppo eterogeneo di persone provenienti da varie parti d’Italia accomunate dalla passione per la lettura che pensiamo possa accrescere il senso di solidarietà e d’impegno civile.

L’associazione si è costituita formalmente nel settembre dello scorso anno, ma la maggior parte dei suoi soci (attualmente più di 40) ha condiviso per anni l’esperienza della lettura ad alta voce vivendola sia come piacere personale che come mezzo per diffondere cultura, alimentare conoscenze, aiutare chi non può leggere o chi, dal sentir leggere, si sente più partecipe.

E, costituendoci in associazione, ci siamo voluti chiamare “Portatili”. Perchè “portando” in giro le nostre voci e le nostre iniziative possiamo aggregare luoghi e vite della nostra terra.